Orizzontescuola.it – Neolaureati, il 60% ha subito contratto a tempo indeterminato. Dopo il COVID, smartworking in aumento redazione

Orizzontescuola.it – Neolaureati, il 60% ha subito contratto a tempo indeterminato. Dopo il COVID, smartworking in aumento redazione

Spread the love

Tra i laureati occupati a un anno dal conseguimento del titolo, secondo quanto riportato dal report AlmaLaurea 2024, si osservano diverse forme contrattuali prevalenti. I contratti a tempo indeterminato rappresentano la modalità di impiego più comune, coinvolgendo il 34,9% dei laureati di primo livello e il 26,5% di quelli di secondo livello. I contratti a tempo determinato seguono da vicino, con il 30,0% e il 25,1%, rispettivamente. I contratti formativi costituiscono il 17,5% degli impieghi tra i laureati di primo livello e il 25,0% tra quelli di secondo livello. Infine, l’attività in proprio è scelta dal 10,1% dei laureati di primo livello e dall’8,4% di quelli di secondo livello.

L’articolo Neolaureati, il 60% ha subito contratto a tempo indeterminato. Dopo il COVID, smartworking in aumento sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie.

Fonte originale dell’articolo:

Continua qui:
Neolaureati, il 60% ha subito contratto a tempo indeterminato. Dopo il COVID, smartworking in aumento
La pagina Feed Rss che ha generato la descrizione dell’articolo con titolo, riepilogo e collegamento all’articolo completo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/
Fonte dell’immagine digitale:
https://www.orizzontescuola.it/wp-content/uploads/2022/08/shutterstock_730882288.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.