Prima prova maturità 2019: tracce, durata e tutto quello che c’è da sapere

Spread the love

L’esame di Stato 2019 verrà ricordato sicuramente per tutte le sue novità

Sarà il primo senza terza prova, con la doppia materia in seconda e con dei cambiamenti anche per quanto riguarda la prima prova maturità 2019. Per aiutare i maturandi a entrare in confidenza con tutte queste novità prima del giorno degli scritti, il Ministero dell’Istruzione ha realizzato diverse giornate nazionali dedicate alle simulazioni prima prova maturità 2019 e alle simulazioni seconda prova maturità 2019 che si sono svolte tar febbraio e aprile scorso. Tuttoscuola, per aiutare ad avere chiaro cosa studenti e docenti si troveranno di fronte il giorno della prima prova maturità 2019, riassume di seguito tutti i cambiamenti che la vedono protagonista, ma anche quando si svolgerà, la struttura delle tracce prima prova maturità 2019 e la durata.

Prima prova maturità 2019: data

Il giorno in cui i maturandi faranno i conti con la loro prima prova maturità 2019 è stato stabilito dal Miur per il prossimo 19 giugno 2019. Qui è possibile trovare tutte le date dell’esame di Stato.

Prima prova maturità 2019: quanto dura?

Gli studenti, il prossimo 19 giugno avranno 6 ore di tempo per svolgere la loro traccia prima prova maturità 2019. 

Prima prova esame di Stato 2019: le tipologie 

I ragazzi potranno scegliere di svolgere la propria traccia prima prova maturità 2019 tra le seguenti tipologie:

A. Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano (2 tracce prima prova maturità)
B. Analisi e produzione di un testo argomentativo (3 tracce prima prova maturità)
C. Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità (2 tracce prima prova maturità)

Prima prova maturità 2019: struttura delle tracce tipologia A

Saranno fornite due tracce prima prova maturità 2019 che possano coprire due ambiti cronologici o due generi o forme testuali. La traccia prova maturità 2019 di tale tipologia conterrà un unico testo «di senso compiuto, rispetto al quale il candidato sarà chiamato a comprendere le tesi e gli snodi argomentativi presentati. Dopo tale fase di comprensione ed analisi, la traccia chiederà  una produzione, nella quale lo studente esporrà le sue riflessioni intorno alla tesi (o alle tesi) avanzate nel testo di appoggio, anche sulla base delle conoscenze acquisite nel suo specifico corso di studi.

Prima prova maturità 2019: struttura delle tracce tipologia B

La traccia prima prova maturità 2019 proporrà un singolo testo compiuto o un estratto sufficientemente rappresentativo ricavato da una trattazione più ampia, chiedendone in primo luogo un’interpretazione/comprensione sia dei singoli passaggi sia dell’insieme. La prima parte sarà seguita da un commento, nel quale lo studente esporrà le sue riflessioni intorno alla (o alle) tesi di fondo avanzate nel testo d’appoggio, anche sulla base delle conoscenze acquisite nel suo specifico percorso di studio (tre tracce). La traccia prima prova maturità 2019 di tale tipologia conterrà un unico testo di senso compiuto, rispetto al quale il candidato sarà chiamato a  comprendere le tesi e gli snodi argomentativi presentati.  Dopo tale fase di comprensione ed analisi, la traccia chiederà  una produzione, nella quale lo studente esporrà le sue riflessioni intorno alla tesi (o alle tesi) avanzate nel testo di appoggio, anche sulla base delle conoscenze acquisite nel suo specifico corso di studi.

Prima prova maturità 2019: struttura delle tracce tipologia C

La traccia prima prova maturità 2019 proporrà problematiche vicine all’orizzonte esperienziale delle studentesse e degli studenti e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che  fornisca ulteriori spunti di riflessione. Si potrà richiedere al candidato di inserire un titolo coerente allo svolgimento e di organizzare il commento attraverso una scansione interna, con paragrafi muniti di un titolo (due tracce). La traccia trarrà spunto da un testo di appoggio, inerente tematiche potenzialmente vicine all’orizzonte esperienziale del candidato. Rispetto a tali tematiche, il candidato sarà chiamato ad esporre, in modo organico e ben strutturato, riflessioni ed argomentazioni che potranno essere corredate da una scansione interna (con paragrafi muniti di titolo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.