Mobilità personale docente, educativo e ATA, concluso positivamente il negoziato

Spread the love

Entro la prossima settimana il nuovo CCNI

Si è concluso positivamente il negoziato per il nuovo contratto integrativo nazionale sulla mobilità del personale docente, educativo e ATA che, come stabilito dal CCNL rinnovato la primavera scorsa, avrà validità per i prossimi tre anni scolastici, ferma restando la periodicità annuale delle operazioni di trasferimento e passaggio. Aver definito l’intesa in tempi tutto sommato contenuti viene incontro all’esigenza manifestata dall’Amministrazione e condivisa dalle organizzazioni sindacali di poter gestire senza affanni le operazioni propedeutiche all’avvio del prossimo anno scolastico.
Il negoziato, dei cui passaggi si è dato ogni volta puntuale resoconto, si è svolto in un clima di positiva e costruttiva disponibilità, tanto che sono stati necessari solo otto incontri per definire un testo che alla fine riscuote unanime condivisione e che, soprattutto per quanto riguarda il personale docente, ristabilisce punti essenziali di garanzia e tutela per quanto concerne la titolarità su scuola. 
La trattativa ha avuto infatti sin dall’inizio come riferimento il testo del CCNI per le operazioni del 2015/16, recuperando diversi aspetti che lo caratterizzavano per quanto riguarda, ad esempio, il numero e la tipologia delle preferenze esprimibili. I docenti potranno dunque utilizzare nelle loro domande preferenze di tipo puntuale (singola istituzione scolastica) o sintetiche (distretto, comune, provincia). 
Risolti nell’ultima fase di trattativa gli ultimi nodi, relativi al vincolo di permanenza nella sede ottenuta con i movimenti. La soluzione, che appare del tutto ragionevole e sostenibile rispetto alle esigenze di favorire la continuità senza pregiudicare le diffuse aspettative di riavvicinamento alla sede di residenza, circoscrive in pratica al solo caso di trasferimento ottenuto a domanda volontaria e con preferenza puntuale su singola scuola l’obbligo di garantire almeno un triennio di permanenza prima di poter produrre uja nuova domanda di mobilità.
Il testo del CCNI sarà disponibile entro la fine della prossima settimana; come di consueto, la sua pubblicazione sul nostro sito sarà corredata da dettagliate schede di illustrazione predisposte dal nostro Ufficio Sindacale.

Fonte dell’articolo: Cisl Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.