Fare sindacato anche a distanza: il 13 maggio 2020 assemblee on line di tutto il personale scolastico

Fare sindacato anche a distanza: il 13 maggio 2020 assemblee on line di tutto il personale scolastico
Spread the love

Assemblee indette unitariamente in tutti i territori: Cosa chiedono i sindacati

Salute e sicurezza:

un protocollo specifico per la scuola Con il passaggio alla cosiddetta fase 2 dell’emergenza COVID-19, occorre un specifico protocollo che garantisca al personale e agli studenti condizioni di sicurezza e di tutela della salute per la ripresa delle attività a scuola Occorre definire: la fornitura di DPI a studenti e personale, come si sanificano gli ambienti, come si mantengono le distanze, come si limitano le presenze, come si apprestano tutti gli strumenti necessari alla frequentazione degli ambienti scolastici. La prima prova generale sarà a metà giugno per lo svolgimento degli Esami di Stato.

Didattica a distanza (DaD) e lavoro agile:

nuove modalità lavorative da disciplinare La DaD ha permesso, a scuole chiuse, di mantenere attivo il rapporto educativo con gli alunni, seppur con molti limiti ed in troppi casi, per carenza di strumentazione, ha accentuato squilibri e disuguaglianze a danno delle fasce sociali più deboli e delle aree territoriali con maggiori criticità. Per questo auspichiamo che la DaD, se sarà necessario confermarla per motivi di sicurezza, sia residuale e fortemente integrata con la Didattica in Presenza In ogni caso questa modalità di lavoro, attualmente non disciplinata, va definita contrattualmente mediante un accordo tra le parti al fine di regolare diritti, impegni e orari di lavoro del personale. Analogamente si dovrà provvedere per quanto riguarda il lavoro agile del personale ATA.

La ripresa di settembre:

nessun posto sia senza personale Con la ripresa del nuovo a.s. occorrerà recuperare quanto non si è potuto svolgere efficacemente nel precedente anno. A questo fine sarà indispensabile assicurare a tutte le scuole fin da subito la copertura stabile di tutti i posti di organico docente ed ATA. Continuità delle relazioni educative e piena funzionalità delle scuole significa che vanno congelati i piani di dimensionamento regionali approvati a dicembre. Per i docenti, le procedure concorsuali attualmente previste non potranno svolgersi in tempo utile per l’avvio del nuovo anno: occorre una procedura alternativa, con una selezione in ingresso per soli titoli, sia per i posti comuni che per quelli di sostegno, prevedendo in fase successiva momenti formativi e selettivi.

La ripresa di settembre nessun posto sia senza personale:

 Per il personale ATA, a fronte di un prevedibile aumento del fabbisogno, occorre assumere superando il limite del Turn Over e reintegrando i posti tagliati negli anni precedenti. È necessario dare copertura alle tante scuole senza DSGA, completando entro il 15 agosto il concorso ordinario DSGA, e prevedendo un concorso riservato con procedura semplificata per gli Assistenti Amministrativi con almeno tre anni di servizio come facenti funzione di DSGA.

Un piano di investimenti per dotare le scuole di organici, risorse e strumenti

È necessario un piano straordinario di investimenti per: • potenziare l’organico docente e ata; • dotare le scuole di dispositivi di sicurezza, far fronte alla necessità di ripensare i tempi e riorganizzare i luoghi della didattica, dell’amministrazione, dell’assistenza agli alunni ecc. • recuperare progressivamente il taglio dei finanziamenti operato nella scuola negli ultimi 10 anni.

Fonte dell’articolo: CISL Scuola

Pietro Guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.